datididatticamisure in tempo realemodellinotizie   Home
 

Scheda modello

FLOOD2D

(ver. 2 - 1996)

Il codice FLOOD2D provvede alla simulazione dell'allagamento di vaste aree a topografia complessa in presenza di aree urbanizzate ed infrastrutture come: argini, ponti, traverse, sifoni, canali e altro. Il codice integra le equazioni del moto bidimensionale di una corrente a superficie libera (equazioni delle "shallow water") tramite uno schema a volumi finiti di tipo implicito o esplicito, a seconda della scelta dell'utente.
E' in grado di adattare il dominio di calcolo considerando ad ogni intervallo temporale la sola zona bagnata ottimizzando il tempo richiesto per il calcolo stesso. FLOOD2D è stato utilizzato per gli studi di molti casi pratici di elevata complessità dimostrando ottime doti di robustezza e precisione. Diversi test specifici sono stati condotti per valutare la capacità degli algoritmi del codice di simulare il comportamento dell'acqua in presenza di differenti tipologie di infrastrutture e di aree a differente densità di urbanizzazione; ulteriori sviluppi sono attualmente in corso per ampliarne le possibilità e semplificarne l'uso.

Dati in ingresso:

  • File DOMINIO di definizione della griglia di calcolo a celle rettangolari e di definizione del contorno.
  • File TERRENO delle quote di fondo di ciascuna cella compresa nel dominio in studio.
  • File CONDIZ contenente le condizioni al contorno al dominio di calcolo, i valori iniziali imposti come livello, tiranti e portata, i parametri caratteristici del calcolo, l'identificazione delle celle per cui ottenere l'evoluzione temporale dell'altezza.
  • File SINGOL contenente i dati relativi alle singolarità (ponti, traverse, sifoni, argini) presenti nel dominio di calcolo.
  • File RESTART che fornisce la condizione iniziale delle grandezze dalle quali prende avvio il calcolo del transitorio idraulico.

Dati in uscita:

  • File STAMPA contenente: i dati d'input, bilancio dei volumi, estensione del dominio allagato, altezza d'acqua in ogni cella, portata su ogni lato cella, inviluppo dei massimi dell'altezza d'acqua e delle componenti di portata.
  • File EVOLUZ contenente evoluzione temporale dell'altezza d'acqua in prefissate celle e delle portate lungo i lati delle celle con condizione al contorno diversa dal flusso nullo.
  • File ISTANT contenente gli stessi dati del file STAMPA ma in formato adatto per essere letti come file RESTART.
  • File ERRORS contenente le stampe degli errori accaduti durante l'elaborazione.

Parole chiave: Acqua, Acque superficiali, Modellistica

 

Distributore

ENEL s.p.a. DSR CRIS
Via Ornato 90/14
20162 - Milano
tel. 02/72248461 - fax 02/72248540
persona di riferimento Di Filippo Alberto

 

Autori

Di Filippo, Ferrari, Molinaro
ENEL s.p.a. DSR CRIS
Via Ornato 90/14, 20162 - Milano

 

 

Estratto dal CD-ROM "Software&Ambiente" distribuito dalla Fondazione Lombardia per l'Ambiente, Foro Bonaparte, 12. 20121 Milano - www.flanet.org