datididatticamisure in tempo realemodellinotizie   Home
 

Scheda modello

GIZA

(1996)

GIZA consente l’informatizzazione su base cartografica di dati alfanumerici e grafici agganciati in modo interattivo ad una banca dati. Un’analisi del programma consente di suddividere le procedure operative in tre criteri principali: l’acquisizione e la correlazione dei dati; la visualizzazione e la consultazione informativa; l’interrogazione e l’elaborazione interattiva. I dati da gestire saranno di tipo alfanumerico e grafico. In pratica GIZA predispone delle schede informative relative ad elementi presenti sulla base cartografica cittadina, acquisita e gestita in formato raster, ma con applicazioni anche in forma vettoriale (CAD). Si può così approntare una scheda per le celle o gli isolati con i campi relativi a zone del territorio. Un’altra scheda per le aree, con campi riguardanti: la classificazione secondo la normativa e la rispondenza in termini di rilievi effettuati, le caratteristiche di base, i criteri di catalogazione, i dati relativi alla presenza di infrastrutture e quelli derivanti dalle misure effettuate (comprese le immagini fotografiche della postazione del rilievo e i dati connessi). Altre schede potranno riguardare la tipologia delle aree, secondo quanto indicato dal Piano Regolatore e dal Piano Urbano del Traffico, nonché la rilevazione di eventuali altri elementi.
Ogni scheda, una volta approntata, può essere consultata, modificata e programmata opportunamente secondo le necessità. Nella visualizzazione a video GIZA associa ad ogni elemento un simbolo univoco, sovrapponibile sulla base cartografica in opportuni piani di lavoro. Il simbolo è tematizzato (in colore o in forma) secondo alcuni campi di pertinenza presenti sulla corrispondente scheda informativa (la zona, lo stato di manutenzione, i vincoli urbanistici e così via). La consultazione permette di correlare le schede agli elementi visualizzati, rendendo in modo immediato lo stato di fatto di interi quartieri, di singole vie o dell’intera città.

Dati in ingresso: L'inserimento delle informazioni grafiche può essere di due tipi: in forma vettoriale o in forma raster. Per ogni entità grafica si creano una o più schede informative che, dopo essere state approntate, possono essere consultate, modificate e stampate. I dati possono essere inseriti utilizzando un database esterno o digitandoli direttamente nei campi presenti sulle schede stesse. La visualizzazione avviene mediante il collegamento con un simbolo sovrapposto alla base grafica in determinati piani di lavoro.
Ogni scheda può contenere qualsiasi tipo di informazione: i campi del database possono essere di natura diversa (campi alfanumerici, campi calcolati, campi grafici, campi contenenti foto o filmati, ecc.).

Dati in uscita: La ricerca grafica delle informazioni si effettua a video, con semplici operazioni di puntamento del cursore indicando l’elemento o le zone, oppure tracciando linee, finestre e poligonali. Il sistema risponde con l’evidenziazione degli elementi selezionati, con la visualizzazione delle schede informative associate, con la presentazione quantitativa e qualitativa dei dati. Un’altra ricerca può essere realizzata impostando valori alfanumerici sulla scheda di riferimento, in modo tale da filtrare e generare le informazioni da evidenziare.
La gamma dei dati selezionati diviene oggetto di successive elaborazioni statistiche, con altre possibili forme di presentazione (istogrammi e diagrammi comparativi). I dati memorizzati e i risultati delle ricerche possono essere riprodotti sui tradizionali dispositivi di restituzione o essere esportati, in formato appropriato, verso altri sistemi o apparecchiature.

Parole chiave: Rumore, Salute dell'uomo, Rischi, Protezione, Gestione, Monitoraggio, Normative, Qualità dell'ambiente

 

Distributore

ATOS s.r.l.
Via Lisbona, 10
35127 - Padova
tel. 049/8702668 - fax 049/778159
persona di riferimento Ing. Salvatore La Valle

 

Autori

Team di sviluppatori
ATOS s.r.l.
Via Lisbona 10, 35127 - Padova

 

 

Estratto dal CD-ROM "Software&Ambiente" distribuito dalla Fondazione Lombardia per l'Ambiente, Foro Bonaparte, 12. 20121 Milano - www.flanet.org