datididatticamisure in tempo realemodellinotizie   Home
 

Scheda modello

GOSUM

(1996)

Il programma prevede due fasi di intervento da parte degli operatori addetti alla gestione: una prima fase di inserimento dei dati rilevati e di definizione delle risorse, una seconda fase di interrogazione del sistema per l’individuazione e l’ottimizzazione dei percorsi dei mezzi dedicati.
La prima fase comprende l’inserimento nel sistema informativo dei dati rilevati e la definizione dei mezzi e delle risorse a disposizione, con una ponderata valutazione dei parametri di efficienza e di impiego per ogni tipologia di intervento. Il dato inserito ha una formulazione anche in termini di grafismo e viene posizionato e visualizzato su base cartografica in un layer appropriato.
Per fase di interrogazione si intende la sessione di lavoro indirizzata alla progettazione dei percorsi, con la definizione delle aree di intervento manuale e l’ottimazione dei periodi di intervento: in pratica la gestione operativa dello spazzamento meccanizzato. Questa seconda fase fa pervenire alla visualizzazione, su base cartografica, delle vie cittadine da percorrere (linee spezzate che indicano gli itinerari dei mezzi) secondo la logica della migliore efficienza nella limitazione dei percorsi a vuoto, nei trasferimenti, delle risorse da impiegare, ecc.

Dati in ingresso: L'inserimento delle informazioni grafiche può essere di due tipi: in forma vettoriale (protocollo informatico dei sistemi CAD) o in forma raster (con acquisizione da dispositivi di scansione quali gli scanner). Per ogni entità grafica si creano una o più schede informative che, dopo essere state approntate, possono essere consultate, modificate e stampate. I dati possono essere inseriti utilizzando un database esterno o digitandoli direttamente nei campi presenti sulle schede stesse. La visualizzazione avviene mediante il collegamento con un simbolo sovrapposto alla base grafica in determinati piani di lavoro.
Ogni scheda può contenere qualsiasi tipo di informazione: i campi del database possono essere di natura diversa (campi alfanumerici, campi calcolati, campi grafici, campi contenenti foto o filmati, eccetera).

Dati in uscita: La ricerca grafica delle informazioni si effettua a video, con semplici operazioni di puntamento del cursore indicando l’elemento o le zone, oppure tracciando linee, finestre e poligonali. Il sistema risponde con l’evidenziazione degli elementi selezionati, con la visualizzazione delle schede informative associate, con la presentazione quantitativa e qualitativa dei dati. Un’altra ricerca può essere realizzata impostando valori alfanumerici sulla scheda di riferimento, in modo tale da filtrare e generare le informazioni da evidenziare.
La gamma dei dati selezionati diviene oggetto di successive elaborazioni statistiche, con altre possibili forme di presentazione (istogrammi e diagrammi comparativi). I dati memorizzati e i risultati delle ricerche possono essere riprodotti sui tradizionali dispositivi di restituzione o essere esportati, in formato appropriato, verso altri sistemi o apparecchiature.

Parole chiave: Rifiuti, Banche dati, Gestione, Monitoraggio, G.I.S., Sistemi urbani, Territorio, Strumentazione, Tecnologie

 

Distributore

ATOS s.r.l.
Via Lisbona, 10
35127 - Padova
tel. 049/8702668 - fax 049/778159
persona di riferimento Ing. Salvatore La Valle

 

Autori

Team di sviluppatori
ATOS s.r.l.
Via Lisbona 10, 35127 - Padova

 

 

Estratto dal CD-ROM "Software&Ambiente" distribuito dalla Fondazione Lombardia per l'Ambiente, Foro Bonaparte, 12. 20121 Milano - www.flanet.org