datididatticamisure in tempo realemodellinotizie   Home
 

Scheda modello

INSITU

(ver 1.0 - 1996)

INSITU permette l'interpretazione delle prove CPT (Cone Penetration Test) ed SPT (Standard Penetration Test). Per l'interpretazione delle prove SPT occorre innanzitutto distinguere la litologia-tipo (terreni argillosi o terreni sabbiosi) che il programma deve utilizzare come riferimento nella valutazione dei dati introdotti. La densità relativa viene determinata in funzione del valore di Nspt e della pressione verticale efficace utilizzando il metodo proposto da Gibbs-Holtz. Per la determinazione dell'angolo di attrito viene utilizzata la correlazione proposta da De Mello, che permette di valutare l'angolo d'attrito in base al valore di Nspt e dello sforzo verticale efficace. Per l'identificazione dei terreni mediante l'interpretazione delle prove CPT, il programma utilizza gli schemi interpretativi proposti da Begemann, in cui i litotipi vengono determinati in base alla resistenza alla punta ed alla resistenza unitaria di attrito laterale locale, e da Schmertmann, che utilizza invece i valori di resistenza alla punta ed il rapporto delle resistenze. Il programma determina inoltre, in funzione della pressione verticale efficace e della resistenza alla punta, la densità relativa e l'angolo d'attrito del terreno. I dati introdotti possono essere filtrati, così da rendere più agevole l'interpretazione, in quanto vengono eliminati gli strati di potenza non significativa.

Dati in ingresso: L'interfaccia utente, pensata per essere facile e potente, lavora con menu a tendina disposti secondo criteri ergonomici che rispettano l'ordine logico delle operazioni da eseguire. Per le prove SPT è sufficiente introdurre i valori Nspt e definire la litologia-tipo. Per le prove CPT occorre definire lo schema interpretativo per la litologia, eventualmente il metodo di filtraggio ed introdurre i valori di attrito locale laterale, di resistenza alla punta e la pressione dinamica dell'acqua nei pori. Tutte le procedure per l'inserimento dei dati, così come tutti i comandi presenti nel programma, sono ampiamente illustrati negli Help on Line richiamabili in qualunque momento nonché nel manuale d'uso, nel quale è inoltre riportato un semplice esempio facilmente realizzabile che permette di prendere confidenza con il software.

Dati in uscita: L'anteprima di stampa degli output grafici viene effettuata all'interno di una apposita finestra in cui è possibile zoomare il grafico, configurare il dispositivo di stampa, effettuare le stampe, utilizzando un qualunque dispositivo supportato da Windows, od ancora esportare l'output in formato DXF. SPT: nell'elaborato grafico vengono riportati, oltre alla stratigrafia riconosciuta, i diagrammi dei valori di Nspt, della densità relativa e dell'angolo di attrito. CPT: Le informazioni introdotte ed elaborate sono inoltre contenute nel tabulato riassuntivo, visualizzabile e stampabile direttamente dal programma. Il tabulato è personalizzabile con intestazioni e pié di pagina.

Parole chiave: Suolo, Geologia, Geotecnica, Prove in Situ

 

Distributore

P.A.S.I. s.r.l.
Via Goito 8
10125 - TORINO
tel. 011/6507033 - fax 011/658646
e-mail pasi@inrete.alpcom.it
persona di riferimento Sig. Davide Del Carlo

 

Autori

Ing. G. Scioldo et al.
Geo Soft di Ing. G. Scioldo
C.so G. Matteotti 12, 10121 - Torino INTERNET http://130.192.6.145/geo+soft

 

 

Estratto dal CD-ROM "Software&Ambiente" distribuito dalla Fondazione Lombardia per l'Ambiente, Foro Bonaparte, 12. 20121 Milano - www.flanet.org