datididatticamisure in tempo realemodellinotizie   Home
 

Scheda modello

ROCK3D - Analisi e Stabilizzazione di Blocchi di Roccia

(ver. 2.0 - 1996)

Rock3D è un programma avanzato per la geomeccanica, che permette di ricostruire forma e volume dei blocchi di roccia potenzialmente instabili a partire dal rilievo di giacitura, posizione sul fronte e persistenza delle discontinuità. Può trattare fronti semplici, anche a strapiombo, gradoni e tetti di cavità sotterranee. Attraverso procedure di clustering effettua il riconoscimento delle famiglie principali. Utilizzando la "key block theory" proposta da Goodman e Shi vengono identificati i cinematismi che possono dare origine a blocchi instabili . Per ciascuno di tali cinematismi il programma determina i massimi contorni chiusi costituiti da discontinuità tra loro connesse che rispettano il cinematismo in esame. Il programma ricostruisce quindi i blocchi reali derivati dall'unione di tutti i poliedri elementari compatibili con il cinematismo in esame contenuti entro i contorni chiusi identificati nella fase precedente. Calcolati volume e superficie di ciascun blocco, e noti i parametri geomeccanici dell'ammasso roccioso, l'elaborazione prosegue con il calcolo del fattore di sicurezza in condizioni naturali e della tirantatura necessaria al conseguimento delle condizioni di stabilità desiderate.
Il programma può anche generare mappe di discontinuità pseudocasuali che rispettino la distribuzione statistica delle frequenze e delle persistenze rilevate sul versante naturale. In tal modo è possibile ipotizzare il comportamento dei fronti rocciosi dopo eventuali sbancamenti, e progettare le opportune opere di stabilizzazione. Gli elaborati comprendono gli schemi delle tracce delle discontinuità, le proiezioni stereografiche delle famiglie, quelle usate nella teoria dei blocchi e le proiezioni, prospettiche o assonometriche, dei blocchi di roccia composti.

Dati in ingresso: L'interfaccia utente, pensata per essere facile e potente, lavora con menu a tendina disposti secondo criteri ergonomici che rispettano l'ordine logico delle operazioni da eseguire. Il programma necessita dei dati acquisiti con il rilievo geostrutturale (giacitura, posizione e lunghezza della discontinuità, parametri geomeccanici) e della descrizione geometrica e geomeccanica del fronte. Si potrà inoltre definire i parametri geomeccanici medi di ciascuna famiglia di discontinuità riconosciuta.
Tutte le procedure per l'inserimento dei dati, così come tutti i comandi presenti nel programma, sono ampiamente illustrate negli Help on Line richiamabili in qualunque momento nonché nel manuale d'uso, nel quale è inoltre riportato un semplice esempio facilmente realizzabile che permette di prendere confidenza con il software.

Dati in uscita: L'anteprima di stampa degli output grafici viene effettuata all'interno di una apposita finestra in cui è possibile zoomare il grafico, configurare il dispositivo di stampa, effettuare le stampe, utilizzando un qualunque dispositivo supportato da Windows, od ancora esportare l'output in formato DXF. Sono previste diverse modalità di stampa dei dati di ingresso e dei risultati ottenuti, sia in forma grafica che tabulare: lo stereogramma dei poli non ancora aggregati; la rappresentazione delle famiglie riconosciute, alla quale possono essere aggiunti gli archi ciclografici, la rappresentazione del fronte e dell'angolo di attrito ed il fattore di sicurezza dei cunei a franapoggio, riportato all'intersezione dei piani che li determinano; il diagramma stellare dei poli, che viene realizzato tenendo conto di tutte le discontinuità con un passo di calcolo di 10 gradi.

Parole chiave: Suolo, Geologia, Geotecnica, Geomeccanica, Modellistica, Stabilità, Roccia

 

Distributore

P.A.S.I. s.r.l.
Via Goito 8
10125 - TORINO
tel. 011/6507033 - fax 011/658646
e-mail pasi@inrete.alpcom.it
persona di riferimento Sig. Davide Del Carlo

 

Autori

ing. Scioldo et al.
Geo Soft di ing. G. Scioldo
Corso G. Matteotti 12, 10121 - TORINO Internet: http://130.192.6.145/geo+soft

 

 

Estratto dal CD-ROM "Software&Ambiente" distribuito dalla Fondazione Lombardia per l'Ambiente, Foro Bonaparte, 12. 20121 Milano - www.flanet.org